LAZIO

MONUMENTO NATURALE PIAN SANT'ANGELO

DESCRIZIONE

L’Oasi è al centro del sistema delle forre dell’Agro falisco, e questo la rende speciale dal punto di vista geologico, naturalistico, paesaggistico e storico-archeologico. L’area è di 262 h, di cui circa 160 h di superficie agricola – che conserva inalterato il paesaggio agrario precedente allo sviluppo delle grandi distese monocolturali – e circa 100 h composti da profonde forre e boschi di latifoglie, ricchi di flora e fauna che proteggono reperti archeologici monumentali risalenti al III°-IV° secolo a.C.

VISITE

L’Oasi è aperta tutto l’anno, visite guidate con prenotazione obbligatoria.

Non è consentito l’accesso autonomo.

Scolaresche e gruppi (almeno 15 persone) possono accedere tutti i giorni su prenotazione.

Per fotografi e birdwatcher, è possibile prevedere accessi in orari particolari, concordando con la direzione, con modalità economiche e comportamentali specifiche.

Ingresso Oasi
Strada Prov. San Luca, I° tronco, km 6,500
01030 Corchiano (VT)

Prenotazioni, informazioni e contatti: cell. 345/7576224
e-mail: piansantangelo@wwf.it

Per dettagli (orari, visite tematiche, etc) consultare la pagina Facebook: Monumento naturale Oasi WWF Pian Sant’Angelo.

TURISMO

Si organizzano visite guidate ed eventi. Le escursioni sono di media difficoltà (2,30 ore). La prima parte del percorso si snoda attraverso campi coltivati e oliveti per scendere attraverso il bosco misto di latifoglie, fino a raggiungere la radura “valle dell’orto” fino alla forra. Attraversata la macchia, si scende all’interno della forra, fino al corso d’acqua per ammirare gli imponenti lavori idraulici dell’epoca etrusco-falisca,. Si risale lungo il costone tufaceo, per scendere nuovamente alla “tomba del Capo”. Rientrando si scende alla seconda forra. Risalendo la forra si torna a percorrere la parte finale della valle dell’orto.

CAMPI

L’oasi non dispone di strutture e spazi al chiuso e quindi non è possibile organizzare campi.

EVENTI A TEMA

L’Oasi aderisce a tutti gli eventi nazionali relativi alle Oasi, ed organizza regolarmente visite tematiche in relazione alla stagione (es: funghi, farfalle, lucciole, etc) o legate agli aspetti archeologici.

L'OASI SUL WEB