TOSCANA

OASI WWF LAGO DI BURANO

DESCRIZIONE

La Riserva del Lago di Burano, ISTITUITA NEL 1980 nel Comune di Capalbio, è stata la prima Oasi gestita dal WWF. Protagonista assoluto dell’intero paesaggio è il Lago salmastro e costiero, diviso dal mare da una serie di dune di sabbia. Oltre ad ospitare numerose specie stanziali, la riserva rappresenta un importante luogo di svernamento per numerosi uccelli come i tarabusi, gli aironi, i gabbiani, i fenicotteri e le oche selvatiche. Il falco di palude, il falco pescatore, la poiana, lo sparviero, il gheppio e l’aquila anatraia sono gli ospiti fissi dell’Oasi, insieme a i daini, l’istrice, il tasso, il coniglio selvatico, la puzzola, la faina, la volpe, la donnola, il riccio, caprioli e cinghiali che abitano le dune sabbione. La vegetazione che caratterizza la Riserva è quella tipica della macchia, con gigli di mare, soldanelle di mare, santoline, cespugli di ginepro, lentisco, mirto, fillirea ed erica; mentre la foresta è piena di lecci, sughere, roverelle ed aceri..

VISITE

Aperta da settembre al primo maggio, visite solo guidate, la domenica alle ore 10.00 e alle 14.30 (ora legale 15.00).
Gruppi e scolaresche tutti i giorni, su prenotazione.
Visite estive, in luglio e agosto, lunedì, mercoledì e sabato solo su prenotazione, alle ore 17.30.

Ingresso Oasi
Strada Prov. del Chiarone 35
58010 Capalbio Scalo (Gr)

tel: 0564/898829
e-mail lagodiburano@wwf.it

La partenza di tutte le visite, a meno che non sia diversamente indicato è sempre dal Centro Visite dell’Oasi S.P. Litoranea, 35 Capalbio Scalo

Per fotografi e birdwatcher, è possibile, in alcuni periodi, prevedere accessi in orari particolari, concordando con la direzione, con modalità economiche e comportamentali specifiche.

TURISMO

Possibile. Scuole, gruppi, birdwatcher, fotografi e famiglie. Si organizzano visite guidate ed escursioni.

CAMPI

/

EVENTI A TEMA

L'OASI SUL WEB