WWF OASI

CALENDARIO

Novembre: 2019
L M M G V S D
« Ott    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Il rilancio di Medforval

Medforval, la rete di foreste mediterranee ad alto valore ecologico, è appena stata rilanciata. Diciotto siti forestali hanno unito le forze per preservare l’alto valore ecologico di questi ecosistemi, essenziale per la sopravvivenza di tutti.

Le foreste mediterranee sono ecosistemi fragili, minacciati dai cambiamenti climatici e dalle attività umane. Frane, tempeste, siccità, erosione, sovrapascolo, agricoltura, incendi e sfruttamento eccessivo stanno mettendo a rischio queste aree, che pure rappresentano preziosi alleati per la tutela della biodiversità e la resilienza alle crisi climatiche. Medforval, un network finanziato dalla Fondazione MAVA, affronta questi problemi urgenti riunendo diversi attori, scambiando conoscenze e buone pratiche.

Migliorare la collaborazione tra i siti forestali nel bacino del Mediterraneo è la chiave per un vero cambiamento. Questa è la convinzione che guiderà il lavoro della rete per i prossimi 12 mesi sotto il coordinamento di Istituto Oikos, ONG basata a Milano. Nell’attuale fase 2019-2020, chiamata Rilanciare Medforval, verranno garantiti la collaborazione e lo scambio di buone pratiche tra i membri della rete come continuazione del lavoro svolto nel 2015-2018 sotto il precedente coordinamento di AIFM (Association Internationale Forêts Méditerranéennes). I 18 siti forestali lavoreranno anche per promuovere la sostenibilità del network attraverso la raccolta di fondi e il contributo attivo di tutti i siti membri alla vita del network.

Questa seconda fase è iniziata ufficialmente a maggio 2019; l’incontro che si è tenuto a Milano dal 23-26 settembre è stato un momento chiave: 16 siti membri su 18 si sono incontrati per scambiare idee e definire strategie per i prossimi passi. Con un obiettivo comune: proteggere, gestire e ripristinare le foreste mediterranee ad alto valore ecologico.

Con una rete così competente – afferma Serena Arduino, coordinatrice di Medforval – siamo ottimisti per l’anno a venire. Il lavoro della rete riparte con energia. Il primo obiettivo è raccogliere fondi e capire come comunicare il ruolo delle foreste del Mediterraneo e gestirle e proteggerle in modo più efficace“.

La rete Medforval comprende attualmente 18 siti di 12 paesi mediterranei: Ermenek-Konya (Turchia), Guadiana (Portogallo), Köprülü (Turchia), La Massane (Francia), Livanjsko Polje (Bosnia-Erzegovina), Luberon-Lure (Francia), Monte Arcosu (Italia), Poblet (Spagna), Prespa (Grecia), Prokletije (Montenegro), Samaria (Grecia), Jordan EcoPark (Giordania), Shouf (Libano), Sierra de las Nieves (Spagna), Sirente-Velino (Italia), Talassemtane (Marocco), Valle del Ticino (Italia), Zaghouan (Tunisia).

Per maggiori informazioni scrivere a medforval@istituto-oikos.org